Imperversa la microcriminalità

 

Vogliamo tornare sul tema della sicurezza, perché nelle ultime due settimane, si sono consumati moltissimi atti di microcriminalità, che hanno evidenziato in modo netto, la incapacità amministrativa, di delineare una strategia complessiva per garantire l’abbattimento del fenomeno.

Borseggi, furti d’auto in pieno centro  etc…,  hanno dominato le ultime due settimane. Il progetto “Vigile di Quartiere”, si è rivelato un vero fallimento.

Noi chiediamo alle minoranze presenti in Consiglio Comunale, vista la sensibilità della maggioranza sul tema, che è pari a zero, di chiedere una convocazione straordinaria di consiglio sul tema specifico. I cittadini hanno bisogno di certezze, di fatti.

Nella stessa seduta, chiediamo la presentazione delle statistiche sulla penetrazione della Microcriminalità e della Camorra, riferita al periodo di legislatura dell’attuale maggioranza, poiché il tema è stato il perno centrale della campagna elettorale.

Inoltre, vogliamo conoscere le motivazioni che hanno indotto il primo cittadino, a non denunciare i suoi aggressori, aprendo così la strada ad un sistema di garanzia di impunità. Forse il primo cittadino non si rende conto che rappresenta l’immagine del Paese, e, non può e non deve dimostrare debolezza verso questi fenomeni.

Vai a pagina precedente